La rete non si spezzò: il nuovo sussidio di Francesco Scanziani e Giovanni Ferrario  

Si arricchisce di un nuovo tassello la serie di sussidi per la preghiera in famiglia creata da Francesco Scanziani, questa volta accompagnato da Giovanni Ferrario.

La rete non si spezzò edito da EDB (Edizioni Dehoniane Bologna), è dedicato al discorso sulla Chiesa che compare nel Vangelo di Matteo al capitolo 18. Il percorso si sviluppa attraverso 8 schede, che offrono una lettura originale del discorso ecclesiale di Matteo, offrendo spunti preziosi su temi cari alla vita in famiglia, come la ricerca di chi si allontana, la preghiera in famiglia, il perdono.

La Chiesa viene dunque vissuta in famiglia: assume contorni concreti e umani, fatti di volti, di vita quotidiana, di speranze, di fragilità e timori. In famiglia, la Chiesa può riscoprire la radice quotidiana dell’esperienza di fede, la concretezza del vangelo e la vicinanza intima della Parola di Gesù.

Spiritualità coniugale e preghiera in famiglia

Francesco Scanziani si occupa da anni di pastorale della famiglia; Giovanni Ferrario collabora con l’Ufficio Famiglia della diocesi di Milano. Il progetto che don Scanziani porta avanti da anni (e con un buon successo) con le Edizioni Dehoniane Bologna si compone di una serie di Lectio bibliche per coppie e gruppi di spiritualità coniugale: nate dalla famiglia e rivolte alla famiglia, accolgono, con freschezza e immediatezza, le risonanze che maggiormente possono interpellare la vita attuale delle coppie e la preghiera in famiglia. Non si tratta di progetti avulsi dalla vita quotidiana, reale: anzi, i vari incontri si integrano alla vita, e le schede contengono momenti di confronto sia tra famiglie che nella coppia, oltre a proposte operative.


Sussidi sui Vangeli

La serie di sussidi Lectio bibliche per coppie e gruppi di spiritualità coniugale di Francesco Scanziani prevede 3 volumi legati agli anni liturgici: Il fare del cuore (Anno A) è dedicato a passi del Vangelo di Matteo. La gioia del quotidiano si sofferma invece su brani del Vangelo di Marco (Anno B), mentre sul Vangelo di Luca (Anno C) è incentrato I luoghi dell’amore. Il Vangelo di Giovanni è invece “recuperato” in La porta della fede, che completa e integra il percorso.

Le schede non hanno la pretesa di costituire un commento esegetico completo, ma piuttosto di esprimere le risonanze e gli interrogativi che maggiormente possono interpellare la vita e la preghiera in famiglia oggi. Il materiale è utilizzabile in primo luogo individualmente, poi in coppia, attraverso il dialogo-confronto col coniuge, per aprire poi il dialogo di condivisione a livello comunitario, con le altre famiglie.

Bibbia e preghiera in famiglia

Il progetto di Francesco Scanziani, incentrato sulla preghiera in famiglia, però non si ferma qui. I sussidi legati allalectio biblica in famiglia si arricchiscono di altre tematiche, rimanendo legati alla stessa struttura, in modo che, quando un gruppo si è abituato e apprezza il metodo, poi non debba cambiarlo.

Se siamo insieme ci sarà un perché tratta il tema della Chiesa domestica alla luce degli Atti degli apostoli e della Chiesa delle origini. Le note dell’amore sono invece quelle della prima parte dell’Inno alla carità (tratto dalla Prima Lettera ai Corinzi): il percorso è legato all’idea di una vita spesa per “imparare ad amare”, in coppia e nella famiglia. I colori dell'amore completano l’Inno alla carità, accogliendo l’invito di Papa Francesco a meditarlo per gustare le infinite profondità con cui il Padre ama ciascuno di noi, e per imparare a disegnare la nostra vita con i medesimi colori. La prima alba del mondo è incentrato, infine, sui testi del libro della Genesi.