La fede durante la malattia  

Malattia e fede sono parole difficili da tenere insieme. Quando una persona si trova ad affrontare un cammino di fragilità, infermità, anzianità, la sua fede vacilla - magari fino a perdersi - o si rafforza? La fede illumina la realtà della malattia, dà forza per vivere meglio la sofferenza, o viene messa alla prova dall'apparente perdita di senso? La casa editrice EDB (Edizioni Dehoniane Bologna) , da sempre attenta a questi temi, raccoglie nel proprio catalogo una selezione di libri su fede e malattia, con testimonianze, riflessioni, percorsi di preghiera per provare a sopportare la sofferenza sorretti dalla fede.Nella malattia, avere fede significa prima di tutto riconoscere la fragilità dell'esistenza umana e accettare il dolore non come una condanna, ma come un'esperienza che ha un significato profondo. Nel momento del dolore, malattia e fede possono incontrarsi e la fede diventare fiducia in un disegno più ampio che illumina la strada da percorrere. La casa editrice EDB nel libro Malattia, sofferenza e unzione degli infermi , dà voce alle parole di papa Francesco : «La malattia, soprattutto quella grave, mette sempre in crisi l'esistenza umana e porta con sé interrogativi che scavano in profondità».

La preghiera nella malattia
Malattia e fede possono trovare nella preghiera una risposta a cui affidarsi. Sul tema le Edizioni Dehoniane Bologna hanno pubblicato Vieni in mio aiuto Signore, di Franca Longhi, dove la preghiera serve a tenere viva la relazione con Dio.
Il piccolo libro di fratel MichaelDavide, Nelle tue mani è la mia vita. Un Rosario per i malati, consiglia e supporta la pratica del Rosario, in quanto preghiera semplice, adatta quando la fatica nella sofferenza fisica e psicologica fa sentire più deboli e inadeguati. Luogo simbolo per eccellenza del connubio tra malattia e fede è Lourdes: nel libro Il Miracolo quotidiano di Rita Coruzzi si racconta ciò che accade ogni giorno a Lourdes e del percorso di accettazione della sofferenza.

Malattia e fede: alcune testimonianze

Anche le esperienze di vita segnate dalla malattia sono tra le letture proposte da EDB sul tema malattia e fede. Nel libro Il Turbante azzurro di Beatrice Gatteschi e Roberto Maier, con la nota di lettura di Silvano Petrosino, il racconto della malattia diventa indagine e consolazione.
Un altro diario, intimo e toccante, sul rapporto tra malattia e fede è il libro Forte come la morte è l'amore di Grace Sheppard. La testimonianza di Grace, scomparsa nel 2010, ripercorre gli anni della malattia del marito David Sheppard (1929-2005), arcivescovo anglicano di Liverpool, figura di primo piano della Chiesa d’Inghilterra. Sono pagine che mostrano la forza e la dolcezza dell’avere fede nella malattia.

Fragilità e fede: l’accompagnamento dei malati

Malattia e fede diventano un tema ancora più forte quando si deve accompagnare qualcuno che è prossimo al passaggio dalla vita alla morte. EDB (Edizioni Dehoniane Bologna) è da sempre attenta a questo particolare momento.
Il bel volume di Cicely Saunders, Vegliate con me. Hospice: un'ispirazione per la cura della vita è il primo scritto della fondatrice del movimento Hospice a essere pubblicato in lingua italiana. Nelle pagine emerge chiaramente il ruolo che può avere la fede durante la malattia: un fondamento spirituale a cui affidarsi.
Di grande forza anche il libro Tienimi per manodi Antonio Loperfido che racconta le storie di medici, volontari e ammalati dell'hospice "Il gabbiano", inaugurato nel 2007 in provincia di Pordenone. Infine, nel libro Psicologia del malato , l'autore Luciano Sandrin aiuta i lettori a poter accompagnare le attese e le speranze di chi soffre: qui la malattia e la fede sono analizzate attraverso l'aspetto psicologico.